Caricamento Eventi

« Tutti gli eventi

  • Questo evento è passato.
50° anniversario della morte di Paul Celan

DIE GETRÄUMTEN | Ruth Beckermann

DIE GETRÄUMTEN | Ruth Beckermann

20 Aprile 2020 - 18 Maggio 2020
#FilmSulSofà #AustriaKulturDigital

Il 20 aprile 2020 ricorre il 50° anniversario della morte dello scrittore Paul Celan (1920-1970). In questa occasione trasmettiamo sul nostro sito web il film „Die Geträumten“ (2016, regista Ruth Beckermann), adattamento cinematografico del carteggio tra i poeti Ingeborg Bachmann e Paul Celan. Il film è stato premiato come miglior lungometraggio alla Diagonale (festival del cinema austriaco, Graz) nel 2016.

Sinossi

Anja e Laurence, due giovani attori, si trovano fianco a fianco in uno studio di registrazione per leggere il carteggio tra i poeti Ingeborg Bachmann e Paul Celan, conosciutisi nella Vienna del secondo dopoguerra e provenienti da ambienti opposti: lei cresciuta in una famiglia nazionalsocialista, lui figlio di genitori ebrei morti nella Shoah. Il drammatico scambio di lettere diviene il viatico per una storia d’amore dai toni spesso accesi e contrastanti fra gli stessi attori, in uno scambio inatteso e coinvolgente tra realtà e finzione, passato e presente.

Per vedere i sottotitoli cliccare sul´icona cc nella parte destra in basso del video. 
89 min., versione originale con sottotitoli in italiano: Visibile fino al 18 maggio.

Ruth Beckermann (regia)

Ruth Beckermann (Vienna, Austria, 1952) studia giornalismo e arte tra Tel Aviv, New York e Vienna, città dove si laurea nel 1977. Parallelamente inizia l’attività di giornalista, collaborando con testate austriache e svizzere. Con Josef Aichholzer e Franz Grafl fonda nel 1978 la casa di distribuzione Filmladen, per la quale lavora per sette anni. Nel 1985 inizia a lavorare come regista e scrittrice. Fra le sue opere più recenti si ricorda il documentario “Waldheims Walzer” (2018).

Paul Celan

Paul Celan, all’anagrafe Paul Antschel, nasce il 23 novembre 1920 come unico figlio di genitori ebrei di lingua tedesca a Czernowitz, allora in Romania. Dopo la maturità nel 1938, Celan inizia a studiare Medicina in Francia, per tornare in Romania un anno dopo e studiare Filologia Romanza. I genitori di Paul Celan vengono deportati nel 1942. Lo stesso autunno il padre muore di febbre tifoide in un lager e la madre viene fucilata. Dal 1942 al 1944 Celan è ai lavori forzati in diversi campi di lavoro rumeni. Dal 1945 al 1947 lavora come lettore e traduttore a Bucarest, dove vengono anche pubblicate le prime poesie di Celan. Nel luglio 1948 si trasferisce da Vienna a Parigi, dove il poeta vivrà fino alla morte. Lì Celan incontra l’artista Gisèle de Lestrange nel 1951, che sposa un anno dopo. Loro figlio, Eric, nasce nel 1955. Nella primavera del 1970 Celan si toglie la vita nella Senna.

La corrispondenza fra Paul Celan e Ingeborg Bachmann è stata pubblicata in Italia dalla casa editrice nottetempo: “Troviamo le parole. Lettere 1948-1973” 

Titolo originale: “Herzzeit. Ingeborg Bachmann – Paul Celan. Der Briefwechsel”, Suhrkamp Verlag, 2009.

Per leggere un estratto da “Herzzeit” (in tedesco)

Recensioni: https://www.edizioninottetempo.it/it/prodotto/troviamo-le-parole-lettere-194 (in italiano)